Vinibuoni d'Italia
ANTEPRIMA AMARONE 2013
Chiude con un successo di pubblico e la soddisfazione delle aziende espositrici. Buona l'annata 2009

Oltre 2.000 amanti dell’Amarone della Valpolicella hanno partecipato ad Anteprima Amarone 2009. Un successo ancora maggiore dello scorso anno, a dimostrazione della crescente passione che questo vino suscita tra i consumatori.

Che non si tratti solo di un fenomeno italiano lo dimostra l’interesse dei giornalisti stranieri, una cinquantina, provenienti da tutti i continenti in rappresentanza delle più prestigiose testate internazionali, ma anche il sondaggio realizzato da Veronafiere per il Consorzio Valpolicella su circa 500 tra buyer, addetti di wine store e horeca provenienti da 116  paesi presenti all’edizione 2012 di Vinitaly.

Secondo i risultati, presentati ad Anteprima Amarone dal direttore generale di Veronafiere Giovanni Mantovani, l’Amarone è conosciuto abbastanza/molto bene nel proprio Paese di provenienza dal 68% degli intervistati, contro il 28,5% che ha risposto poco/non molto. Il 53,3% di chi ha risposto ha indicato i piccoli negozi come canale privilegiato di vendita; segue con il 34,9% internet, un dato che sembra privilegiare il rapporto diretto tra chi compra e produttori o siti specializzati capaci di veicolare meglio le caratteristiche di questo vino adatto al consumatore evoluto. L’indagine, con possibilità di risposta multipla, conferma anche che i consumatori considerano l’Amarone della Valpolicella un vino per le occasioni speciali (79,6%) o da ordinare al ristorante (35,4%) o nei wine bar e wine shop (17,5%).

L’Amarone della Valpolicella, sempre nel sondaggio, ritorna frequentemente anche tra i grandi vini rossi che gli operatori vorrebbero trovare a Vinitaly. In particolare, il blocco Amarone, Barolo, Brunello rappresenta il 34% del totale dei vini citati; l’Amarone da solo il 12%. A questa percentuale si può aggiungere un altro 20% sul totale dei vini segnalati rappresentato da Valpolicella e Ripasso della Valpolicella.

“Queste informazioni – dice Olga Bussinello, direttore del Consorzio Valpolicella – sono molto preziose perché ci permetteranno di adottare una strategia di promozione ancora più mirata, in vista della nostra prima partecipazione istituzionale alla prossima edizione di Vinitaly, dove le nostre aziende presenti sono raddoppiate negli ultimi 10 anni arrivando a quota 100”.

“L’Anteprima Amarone del decennale – dice Christian Marchesini, presidente del Consorzio Valpolicella – ci ha permesso di presentare una fotografia dettagliata del sistema produttivo e dei consumatori dell’Amarone della Valpolicella, ma anche di prevedere un forte impulso alla promozione grazie all’annuncio fatto proprio in questa occasione dal ministro delle politiche agricole Mario Catania dell’approvazione dell’erga omnes per il nostro Consorzio. A questo punto – conclude Marchesini – l’attività di tutela del marchio Amarone nel mondo, garantita dalla presenza al nostro evento di Alessandro Bianchi, presidente della Camera di commercio di Verona, dovrà essere ancora più stringente”.

Anteprima Amarone si è svolto con il patrocinio dell’OIV, l’Organizzazione Internazionale della Vigna e del Vino, della Regione Veneto, della Camera di Commercio di Verona e della Banca Popolare di Verona.

Vini Buoni d'Italia © Copyright 2009-2011
web project & design 4U - progetti di comunicazione